Zaffiro

la pietra azzurra

Buon Sabato a tutti, dopo il diaspro vediamo lo zaffiro…

Mineralogia: Lo zaffiro è una varietà del minerale corindone, composto da ossido di alluminio. Il colore è dovuto alle tracce di ferro, titanio, ematite e rutilo. Alcune gemme possono presentare un fenomeno chiamamto “asterismo” ovvero la presenza di inclusioni aghiformi che, colpite dalla uce, mostrano sulla pietra una stella e 6 raggi.

Curiosità e leggende: Nell’Esodo (24.10) il trono di Dio è lastricato di zaffiri blu, purissimi come la volta celeste; la stessa gemma è anche una delle dodici “pietre di fuoco” in Ezechiele (28.13-16), seconda della seconda fila, incastonata nel pettorale del giudizio di Aronne (Esodo 28.15-21). La pietra sappir è tradotta con zaffiro e nel Petorale di Aronne rappresenta la tribù di Zebulun.

Le fondamenta delle mura di Gerusalemme: Lo zaffiro ne adorna il secondo fondamento. Vedendo la gloria di Dio, Ezechiele vide un trono di zaffiro sopra il capo dei cherubini e di zaffiro erano le porte di Gerusalemme. Nei primi altari cristiani, lo zaffiro rappresentava la saggezza.

Persiani: Questo popolo credeva che i riflessi dello zaffiro donassero al cielo la sua sfumatura azzurra. Per il suo colore blu era considerato quasi universalmente simbolo della volta celeste.

Influenza sul piano fisico: Secondo gli scritti di Ildegarda Von Bingen, uno zaffiro riscaldato è utile per le malattie degli occhi, in maniera specifica, per la cataratta. Se invece qualcuno soffre per il dolore agli occhi, o se sono arrossati, è necessario bagnare la pietra con la saliva, a digiuno, e poi passare nella parte interna degli occhi il dito intinto in quella stessa saliva. Lo zaffiro fa scomparire completamente gli attacchi di gotta, e spegne gli attacchi d’ira.

Cristalloterapia: Lo zaffiro è usato come antidolorifico e rinforzante del sistema nervoso. Riduce la febbre e la pressione, ed è utile nelle malattie intestinali.

Influenza sul piano psicofisico: Se una persona è eccitata dalla collera, deve mettere uno zaffiro in bocca e la collera sparirà. Se una persona desidera migliorare il proprio intelletto, essa deve mettere in bocca uno zaffiro a digiuno.

LO ZAFFIRO E’ UNA TRA LE PIETRE PIU’ BELLE E SUGGESTIVE.

alla prossima pietra.

4 pensieri riguardo “Zaffiro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: