e torniamo a noi…

quando cercare le risposte al di fuori, ci fa solo perdere di vista noi stessi.

La filosofia, l’arte del pensiero, la ricerca del sapere oltre il sapere…

Buongiorno carissimi compagni di viaggio…oggi si parla di…

In realtà, lascio libero il pensiero, stiamo attraversando un periodo tumultuoso, siamo immersi in uno Stato che non ci appartiene, un Mondo che cambia, arriva il metaverso, si compra con le cryptovalute, la libertà di stampa non esiste, questo Paese, nella classifica mondiale sta talmente basso da venire dopo la Nuova Papua Guinea. La paura incombe silenziosa negli animi…persone mi scrivono perché non sanno più cosa fare per proteggersi da insonnia, malori che vanno e vengono come fosse corrente alternata, non ricevono risposte, si sentono confusi.

Le aziende arrancano, le bollette stanno per arrivare e saranno esorbitanti, le testate giornalistiche si accaniscono ancora sulle stesse identiche cose, a parte la New del Quirinale, ma nel Mondo ci sono Biden e Putin, che rispettivamente, hanno l’uno inviato in Ucraina 170 tonnellate di armamenti e l’altro, posizionato 140 navi da guerra nel Bosforo…e tutto tace, bisogna cercare notizie incrociate tra BBC, Times, ed altre testate internazionali per sapere cosa accade veramente…forse!

qui tra questi libri ci passere ore, perché la conoscenza, per quanto la si possa nascondere, è come la benzina per l’auto, senza non andrebbe avanti.

eppure, c’è una biblioteca ENORME che racchiude ogni tipo di informazione, una biblioteca antica molto antica, direi PRIMORDIALE, della quale, a volte erroneamente, abbiamo pensato ci fosse negato l’accesso da qualche potere forte, ma se quel potere forte fosse nella radice del nostro più profondo e intimo dualismo?

Se fossimo noi ad avere avere quella chiave per aprire ed espandere il nostro sapere, nella mano sinistra, mentre la teniamo ben chiusa con la mano destra?

possiamo renderlo meno mistico come concetto, più scientifico. Come abbiamo visto in articoli precedenti, ogni cosa in Noi, vibra, emette delle frequenze e produce onde, ci sono studi approfonditi in merito, queste frequenze sono ENERGIA, resta dentro ed esce dal ns corpo e si mescola con le energie che ci stanno attorno, ogni materiale a livello subatomico vibra, compie lo stesso ciclo che vale per noi, emette e trattiene energia.

Abbiamo incontrato come le frequenze in campo medico, vengano utilizzate e abbiano riscontri positivi, l’astrologia aveva determinato come, i nostri organi vibrino in relazione ai pianeti, secondo ciò che ogni organo produce o elabora.

Ildegarda Von Bingen, racconto della sua storia nel mio canale youtube, se desideri vederlo, clicca qui, aveva compreso come, il nostro corpo fosse un laboratorio Alchemico, fonde, crea energia, elimina le scorie, ne trasforma altre.

Ciò che impedisce di comprendere sono i muri che siamo creati da soli spesso accettando per tangibile ciò che forse, se lo avessimo guardato con altri occhi, non avremmo accettato di renderlo così tanto forte da lasciare che la mano destra impedisca alla sinistra di liberare quella chiave.

Si tratta di un cammino, lungo una vita, ma la scoperta di ogni angolo di noi è intimo personale e unico, nonostante sia necessario far parte del tutto ed amarne ogni sfaccettatura.

Spesso mi chiedono consigli su come meditare, l’ho sempre detto, la meditazione è personale, possono esserci dei suggerimenti per iniziare ma il fulcro non è la meditazione come soluzione ma rispondere alla domanda…

siamo pronti ad accettare ciò che un viaggio nel nostro profondo ci mostrerà?

il concetto è, quanto siamo disposti a trovarci dinnanzi a ciò che non conosciamo ma esite in noi, accettare di essere in grado di sapere cose che non corrispondono ai muri con cui siamo cresciuti, costruiti da noi per difenderci da noi stessi, pensando di scampare alle paure, accettare di non sapere e decidere di andare comunque avanti nel sentiero, perdere la stabilità e sentirti pervaso dalle vertigini per poter ricominciare ad imparare a camminare.

Non ci sono energie oscure che tirano fili invisibili, senza che noi abbiamo concesso di farlo. Ma nessun burattino può muoversi in assenza del burattinaio ed il burattinaio senza quei fili non potrebbe muovere il burattino.

Il blocco nasce quando NOI usiamo quei fili con NOI STESSI staccando la parte razionale da quella emotiva, abbandonando di credere, e non faccio riferimento a nessuna religione o dottrina, credere in ciò che siamo alla sorgente.

ESSERI ENERGETICI che sono immersi in energie senza sapere come muoversi in questa densità vibrazionale che non è teoria New Age, parliamo di dati scientifici che ne confermano l’esistenza, lo scrivo per gli scettici.

Quando scatta la frase di difesa, “ma è questo che ci hanno insegnato”, la risposta che cerco di dare, per mia esperienza personale è “NON CI E’ STATA INSEGNATA, SEMPLICEMENTE ABBIAMO ACCETTATO DI IMPARARLA”.

per oggi concludo qui ma abbiamo iniziato questo cammino mesi fa e lo continueremo assieme, se vi va. Passate una buona giornata e ricordate di usare belle parole tra voi.

Alessia.

5 pensieri riguardo “e torniamo a noi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: