MEMORIA DELL’ACQUA

GLI ESPERIMENTI DI MASARU EMOTO

Masaru Emoto, incontriamo lui oggi, miei carissimi, già ne feci cenno veloce in un articolo precedente. Vorrei invitarvi a vedere questo brevissimo video, prima di iniziare.

Diamo un attimo uno sguardo ad un dato:

Il nostro paese ha molti primati riprovevoli. Tra questi il terzo posto al Mondo per consumo di acqua. Nazioni come la Germania e la Francia consumano rispettivamente un terzo e la metà dell’acqua che esce dai nostri rubinetti.

Prof. Emoto: un ricercatore che ha dedicato la sua vita alla memoria dell’acqua riuscendo a dimostrare come l’acqua può registrare informazioni e come queste informazioni influenzino l’acqua stessa.

Questo esperimento aveva lo scopo di far capire quanto quanto poco siamo consapevoli di ciò che l’energia che amaniamo, anche sottoforma di parole che si propagano con delle onde, siano in grado di condizionare nel bene e nel male.

L’acqua è vita, l’acqua trasporta informazioni, noi siamo fatti di acqua, il mondo è fatto d’acqua, senza l’acqua non potremmo vivere.

Apro una rapida parentesi, la percentuale di acqua nel corpo umano è in media del 70%. Ci possono essere delle oscillazioni che variano dal 55% al 75% da una persona all’altra così come nello stesso individuo in base a uno o più fattori.

Ecco che così riusciamo a comprendere come l’acqua viene influenzata dall’intento, dal pensiero, dalla vibrazione di un suono o di una parola e ne memorizza l’informazione.

Le parole, come i pensieri, come la geometria, i numeri, sono energia ed abbiamo visto nel percorso fin qui che ogni tipo di energia ha una vibrazione e una frequenza.

Nell’esperimento infatti è chiaro come informazioni diverse influenzino l’acqua in maniera differente. Visto che siamo composti d’acqua?

La percentuale di acqua corporea si distribuisce tra i vari compartimenti e organi del corpo umano in base alle esigenze funzionali e strutturali delle differenti cellule, dei tessuti e degli organi che lo compongono. In particolare:

  • i muscoli e gli organi interni contengono il 75% di acqua corporea
  • il tessuto adiposo il 10%
  • lo scheletro il 3%.

Inoltre è interessante notare che dei 42 l di acqua contenuti in un adulto di 70 kg:

  • 28 l si trovano a livello intracellulare
  • ben 14 l vanno a costituire il fluido extracellulare (ECF).

Infine l’acqua dell’ECF è a sua volta distribuita così:

  • 3 l sono divisi tra plasma sanguigno (1 l) e il liquido transcellulare (2 l), per costituire il liquido cerebrospinale, oculare, pleurico, peritoneale e sinoviale
  • i rimanenti 10 l vanno a formare il liquido interstiziale, inclusa quello linfatico, fornendo così il mezzo acquoso che circonda le cellule.

Di tutti questi valori di distribuzione dell’acqua corporea, il più importante è l’ECF. Il nostro organismo è programmato per preservare la quantità e la composizione del liquido extracellulare. L’ECF infatti è la chiave motrice di funzioni vitali della cellula ed è fondamentale per mantenere il volume del plasma sanguigno.

Se ogni organo vibra con delle frequenze, se il cervello produce energia, l’acqua a livello cellulare incamera informazioni e meditando posso equilibrare il tutto, quando influenza l’esterno in noi sia dal punto di vita di evidente quotidiane sia di energie sottili?

L’importanza dell’acqua è quindi dovuta al fatto che essa è un elemento essenziale per la vita delle cellule dell’uomo.

Il messaggio di Emoto serve, sia da importante dato scientifico, sia da stimolante nella consapevolezza di ciò che ci circonda, sia a dare la giusta considerazione ad alcuni aspetti SCONTATI come l’acqua, dentro e fuori di noi, fino ad uno stato di riflessione profonda che generi rispetto.

Emoto è stato molto criticato e spesso indicato, il suo esperimento come bufala, io non sono qui ad avallare o dissacrare teorie e studi.

Come dico sempre, credo che il pensiero, serva a trarre le proprie conclusioni.

Ogni materia vibra, nella fase solida gli atomi o le molecole vibrano attorno a una posizione fissa. Se si fornisce loro energia, aumenta la vibrazione degli atomi o delle molecole e si passa alle fase liquida. Aumentando ancora energia, si passa a una fase gassosa.

L’importanza dell’acqua è riconosciuta nelle religioni e nelle filosofie sin dai tempi antichi: considerata fonte di vita e simbolo di fertilità, di rinnovamento e purificazione, di benevolenza divina.

Lo scrittore yogi indiano Jaggi Vasudev, noto anche com Sadhguru, dice di evitare di bere acqua in bottiglie di plastica e cercare, invece, di utilizzare il rame perché il rame è un buon conduttore elettrico e permette all’acqua di mantenere la sua carica e il suo flusso in modo molto migliore.

Sadhguru dice, che trattare la tua acqua con riverenza ti manterrà più sano, più giovane e più felice.

9 pensieri riguardo “MEMORIA DELL’ACQUA

  1. Anche i cristalli di neve non sono tutti uguali, quando fioccano dal cielo, ma questo non credo che significi che per ognuno, ogni persona abbia avuto un pensiero… o almeno lo ritengo altramente improbabile.
    Detto ciò, non mi sono sbattuto a cercare la risposta, perciò chiedo a te: è riuscito a replicare l’ “esperimento” più volte o si tratta di una “una tantum” e quindi non ha alcuna attendibilità scientifica?

    Sul fatto di usare altri contenitori (vetro, in primis) anziché la plastica (attenzione a generalizzare: non tutte le plastiche sono uguali) posso convenire, specie per questioni prettamente nutrizionali.

    Aggiungo infine, un’informazione in merito al fatto che in Italia si spreca molta acqua: anche se è un dato vero, non è certo questione da attribuire all’utilizzo che ne fanno le persone, quanto agli impianti di distribuzione fatiscenti che ne dissipano probabilmente un 50%, se non oltre.
    E visto che vuoi che si esprimerano le cose con positività, forse era meglio glissare! 😉

    "Mi piace"

    1. Io ho riportato le
      Parole di Sadhguru nn sono parole mie, per la
      Memoria dell’acqua ci sono state prove fatte da altri scienziati nel 2017 ad esempio, apposta perché il Prof non aveva voluto fornire i dati ma bisognerebbe capirne anche il motivo, per i fiocchi di neve nn so dirti non essendo io una scienziata, comunque ne parla a livello microscopico e sulla seconda parte di acqua distillata come c’è scritto sulla d’oro stessa. Sono dati anch’essi presi da studi fatti però posso dire una cosa avendo girato parecchio e vissuto all’estero, non lasciano il lavandino scorrere mentre si lavano i denti o fanno la doccia ed idem per quanto concerne il lavaggio piatti ad esempio per cui da lì personalmente ho imparato ad aprire e chiudere il rubinetto all’occorrenza e non lasciarlo andare o fare docce troppo lunghe, abbiamo un consumo pro capite di 220 lt al giorno quando la media europea è di 165 lt ed il +66% rispetto alla media globale. Per il rame ha proprietà antimicrobiche creando un processo di purificazione naturale, è in grado di uccidere microrganismi come muffe funghì alghe e batteri che potrebbero essere dannoso x il corpo, lui credo che lo intendesse per questo xke più è pura più mantiene l energia naturale

      Piace a 1 persona

  2. Bello… Acqua è fondamentale…Siamo acqua ecc.. Io poi sono un segno d’acqua essendo cancro ascendente cancro.. Quindi… ho detto tutto. Scherzi a parte… Credo che sarebbe usare anche altri modi per bere.. e conservare tipo vetro e rame. Ma rame dove lo trovi in commercio??! Cosi facile? Si, certo qualche pentolina. ma uso quotidiano, tipo brocche?! E per il vetro, c’è i discorso anche dello spreco e costo, anche li.. Comunque..
    si spreca tanto, sicuramente..
    Per la memoria … non so nulla o quasi.. Ma lo ritengo un tema molto affascinante..
    Grazie Alessia…

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Enza, in realtà si trovano in alcuni negozi etnici dove ancora usano il rame come contenitore dell’acqua ma si trovano anche su Amazon volendo! Si è molto interessante fa sempre parte di quello spettro che sta tra il crederci e non crederci però essendo materia è studiata anche in campo fisico credo che approfondire male non fa! In fin dei conti che L acqua sia benefica lo dice qualsiasi medico anche

      "Mi piace"

  3. Ciao, bel post complimenti, in quanto a non sprecare acqua, nel mio piccolo ho sempre cercato di aprire e richiudere il rubinetto inerente a tutto ciò che hai detto tu nei commenti. In quanto a memoria dell’acqua un tempo utilizzavo dei cilindri di ceramica impastati con microrganismi, poi si sono rotte le brocche ed allora ho acquistato le bottiglie idonee a solarizzarla, e tutte hanno disegnato il fiore della vita, ma tutto questo te lo avevo già scritto nel commento inerente il tuo articolo precedente. Buona serata.

    Piace a 1 persona

    1. Ciao! Grazie 🙏 bello sentire che siamo più di uno a rispettare l’acqua e la sua importanza, è un elemento vitale! Vi sono diversi contenitori che mantengono intatta l’energia di questo meraviglioso liquido! Fai bene a solarizzarla energizzarla, anche il cedro rosso è ottimo!

      Piace a 1 persona

Rispondi a Alessandro Gianesini Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: