CABALA

LE SEPHIROT ED IL CAMMINO DI CONSAPEVOLEZZA

Mercoledì, buongiorno carissimi tutti, nel percorso che abbiamo iniziato dedicato al benessere psicofisico, c’è stato un piccolo riferimento, all’interno di un articolo, alla cabala ebraica e le sephirot.

Ognuno deve sentirsi libero di generare pensieri e considerazioni per cui, essendo anche un viaggio che tocca diversi ambiti, volevo portare qui qualcosa inerente alla conoscienza di sé visto da una delle religioni più antiche.

Le Sephiroth, (Keter, Tiferet, Yessod e Malkhut) indicano un equilibrio tra forza e forma, maschio e femmina, azione e struttura. Corrispondono a stati di coscienza equilibrata. La via di questo pilastro è soprannominata la via della freccia.

La parola Sefirot è connessa, secondo il Sefer Yetzirah, con sefer (scrittura), sefar (computo) e sippur (discorso), che derivano dalla stessa radice SFR.

Il significato base viene reso come emanazioni: le Sefirot nella Cabala ebraica sono le dieci modalità o gli “strumenti” di Dio (a cui ci si riferisce con אור אין סוף Or Ein Sof, “Luce Senza Limiti”) attraverso cui l’Ein Sof (l’Infinito) si rivela e continuativamente crea sia il reame fisico che la Catena dei Reami metafisici superiori (Seder hishtalshelus).

Tramite l’Albero della Vita arriva il nutrimento energetico presente nei campi di Luce divina che circondano la creazione. Tale nutrimento scorre e discende lungo la serie dei canali e delle Sefirot, assottigliandosi e suddividendosi, fino a raggiungere le creature, che ne hanno bisogno per sostenersi in vita.

Lungo l’Albero della Vita salgono infine le preghiere e i pensieri di coloro che cercano Dio, e che desiderano esplorare reami sempre più vasti e perfetti dell’Essere.

Ovviamente riporto quanto viene detto appunto riguardante la religione ebraica, quindi si riferiscono a Dio, anche qui sopra però vediamo che di “cammino” si parla.

Un cammino con delle linee guida in questo caso, ma che pone l’essere umano a porsi delle domande. A porsi al centro di riflessioni, con se stessi, ciò che si fa quando si medita.

L’Albero della Vita è il progetto seguito da Dio per creare il mondo. Le Sefirot sono l’origine d’interi settori dell’esistenza, sia nel mondo fisico sia in quello psicologico, come pure in quello spirituale.

Sicuramente come disciplina ed insegnamenti la Cabala necessita di molto più spazio che non riesco a darle semplicemente perché, penso debba comunque essere presentata da chi la studia e non è il mio campo specifico.

Volevo giusto entrarci in punta di piedi e far vedere un altro punto di vista riguardante la ricerca del proprio Sè interiore della propria spiritualità ed essenza energetica.

Vi saluto con un abbraccio e vi invito al prossimo articolo.

3 pensieri riguardo “CABALA

Rispondi a Alessandro Gianesini Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: