VIAGGIO ASTRALE

CONTINUA IL CAMMINO VERSO L’INVISIBILE

Del viaggio astrale, come della meditazione, ne parlano tradizioni diverse, a partire dallo sciamanesimo. I grandi filosofi che ne erano avezzi, come Platone, Socrate, Plutarco gli hanno descritti in alcune loro opere.

Stessa cosa vale per le religioni, dall’induismo alle correnti così dette “New Age”.

Come avete potuto vedere sul post dedicato a Suor Ildegarda, molti personaggi storici legati anche alla religione cristiana, si sono trovati, tramite il misticismo, ad effettuare viaggi in dimensioni sconosciute ai più. In tutte le discipline sia religiose che non, il comune denominatore è lo spirito o energia.

Sappiamo che facciamo parte di una galassia, che l’Universo è in continua espansione, studiosi di fisica hanno constatato che la materia di cui è composto l’Universo si sta espandendo, le stelle, i pianeti e le galassie si stanno allontanando.

Pensare, nel 2021 di essere l’unica forma di vita esistente è ormai impossibile.

Quando parlo di forma di vita non significa, come la intendiamo noi ma come si intende nel Tutto.

Nikola Tesla, aveva imparato a vedere oltre, Ighina, Ettore Majorana, Gustavo Rol, la stessa Ildegarda, San Francesco, Giovanna d’Arco, colui che trascrisse il manoscritto Voynich, ma potrei andare avanti così ad oltranza…

La prima e la terza sono pagine del manoscritto Voynich, quella in mezzo è una delle visioni escatologiche di Ildegarda

Questa sopra, è una frase annotata da Gustavo Rol in un suo taqquino, hanno scritto libri su di lui, alcuni intitolandolo “oltre l’umano” non era ultraterreno, Gustavo Rol (tra l’altro viveva a Torino, una città attraversata da una delle più potenti leyline della Terra) era un uomo come tutti che aveva capito cosa l’essere umano è realmente e cosa può fare sapendo in modo conscio che cos’è.

Purtoppo, arriveremo ad un punto di questo viaggio in cui rifletteremo probabilmente sul perché, tutto questo, per qualche ragione, non può arrivare a chiunque anche se potrebbe, perché l’essere umano da sempre, vuole prevaricare sul suo simile, perché con la consapevolezza e la capacità forse, ci si estinguerebbe prima del dovuto.

La frase di Rol non lascia molto all’interpretazione, per chi entra in quell’energia lo intuisce, è difficile accettare che tutta questa meravigliosa parte della conoscenza potrebbe essere usata in altri modi che non siano finalizzati al bene comune.

E’ a tutt’oggi fonte di ricerche e studi, in molti vogliono carpirne il vero significato. Ma, parliamo di Rol, e quello su cui ho ponderato anni fa quando incontrai Rol sul mio cammino, è che non credo l’avrebbe lasciato scritto così se avesse voluto fosse capito davvero.

Comunque è una supposizione personale, forse molti penseranno fosse un pazzo visionario o un abile mago, il pensiero, almeno quello è ancora libero di sperimentare, dubitare, costruire e disfare, piegare, cambiare e ricostruire.

Ad ognuno la sua valutazione.

VIAGGIO ASTRALE

Il viaggio astrale, anche detto OBE, Out of Body Experience, avviene tramite il corpo astrale, che è più sottile a livello energetico rispetto al corpo fisico. Il corpo astrale si stacca rimanendo collegato come vi fosse un “cordone ombelicale”.

Questo permette di accedere a livelli diversi, dalla tridimensionalità a cui siamo abituati stando nel corpo fisico che è assoggettato a fattori come la gravità.

Amplia la visione verso altre dimensioni esistenti ma alle quali normalmente non abbiamo accesso stando ad un certo livello vibrazionale.

AIUTA CORPO FISICO A RIGENERARSI

Le ricerche scientifiche di Stephen Laberge distinguono due tipologie di sogno lucido, che trovano riscontro in molte tradizioni contemplative:

DILD (Dream Induced Lucid Dream): sogni lucidi che cominciano da un sogno normale quando, ad un certo punto del sogno, ci si accorge di stare sognando.

WILD (Wake Initiated Lucid Dream): sogni lucidi che cominciano dallo stato di veglia a seguito dell’applicazione di tecniche di rilassamento profondo che permettono di entrare consapevolmente nella fase REM del sonno. Secondo gli studiosi, queste esperienze coincidono con i fenomeni noti come viaggi astrali o OBE (Out of Body Experiences), descritti in molte tradizioni esoteriche e contemplative.

Una volta acquisita una certa padronanza di questa tecnica, diventa possibile accedere all’esperienza del sogno lucido (o del viaggio astrale) in modo totalmente volontario, cioè ogni volta che lo si desidera – a differenza di quanto avviene con le tecniche utilizzate per i sogni lucidi di tipo DILD, che si limitano a favorire l’insorgenza della lucidità nei sogni normali.

Il viaggio astrale non è da confondere con il Remote Viewing che conosceremo a breve.

Per oggi ci fermiamo qui, il viaggio continuerà…

Grazie mille a tutti di aver dedicato un po’ del vostro tempo alla lettura di questo post.

5 pensieri riguardo “VIAGGIO ASTRALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: