MEDITAZIONE – PARTE III

IL CAMMINO DEGLI ILLUMINATI

Ahahahaha, miei cari lettori e lettrici, questo “ahahah” è perché sto ridendo da sola in merito al sottotitolo sensazionalistico che ho dato, perché è stato talmente usato quel termine che mi vien da ridere ed ancora ora, mentre scrivo questo “prologo” sto sogghignando allegramente. Il motivo è che veramente, parole come “iniziatico”, “cammino degli illuminati” ed altre cose del genere, sono state talmente inflazionate e collegate malamente a sette di complottisti vari ed eventuali che mi immagino chissà che espressioni avrete fatto nel leggerlo.

Tranquilli, Soros non ha preso possesso della mia mente, e nemmeno nessun Rockfeller, in realtà quel termine scritto nel sottotitolo è molto candido e puro se preso per ciò che realmente significa.

Siamo giunti alle terza “puntata” (oggi metto un sacco di virgolette), al terzo capitolo relativo alla meditazione.

Avendo imparato la respirazione, dopo aver portato il corpo ad uno stato di relax profondo ed aver dipanato i pensieri concentrandosi solo su un focus, possiamo parlare di cosa potrà succedere dopo.

La cosa che capita, quando si inizia a vedere qualcosa con la propria mente, è quella immediata di chiedersi: “Aspetta, non può essere, sarà la mia fantasia” allora vediamo assieme una cosa.

Questa domanda innanzitutto è sacrosanta, quando inizierete con i remote viewing poi, tornerà preponderante più che mai. E vi suggerirò qualche esercizio proprio per allenarvi su quelli se lo desiderate.

La mente, totalmente rilassata e libera da pensieri continui e pressanti, può connettersi con dimensioni energetiche diverse, dimensioni e vibrazioni che prima non faceva perché occupata in altro.

Per fare un esempio rapido e veloce, se mi metto al centro di un incrocio trafficato e mi concentro a captare il cinguettio di un uccellino o il rumore dello zampillo di una fontana, a meno che non siate superman, troverete difficoltà nel farlo. Idem la mente, se comincio a togliere auto, moto, cicli, pedoni, prima gli uni poi gli altri, inizio ad avere la percezione uditiva di ciò che mi sta intorno e che prima non udivo, più reale. Questo è ciò che la mente impara a fare quando le concedete di meditare.

Arrivare a percepire e vedere l’invisibile ci da più consapevolezza della nostra esistenza quotidiana. Migliora i rapporti con gli altri, sana rapporti, perdona e ci concede di porci in modod diverso anche nei riguardi della conclusione della vita terrena come corpo.

VIAGGIO ASTRALE DISTACCO DAL CORPO

Una tra le prime cose che potrete sentire è il distacco dal corpo, quando dovesse avverarsi, non andate in panico se ci riuscite, respirate tranquillamente e lasciatevi andare, avete il controllo del vostro corpo e della vostra energia per decidere di tornare quando volete e come lo so? Semplice, se andate in panico vi alzerete immediatamente o spalancherete gli occhi, ecco avete il controllo, e come lo avete nel panico lo avete anche nella calma.

Quello che io chiamo “portantino” cioè il corpo che consente alla parte energetica o animica, come volete chiamarla, sta semplicemente aspettando che il conducente rientri mantenendo comunque pieno controllo delle funzioni.

Siamo una macchina straordinaria.

Pensate che i remote viewer, sono stati usati moltissimo nel periodo della guerra fredda, perché riuscivano a “vedere a distanza” e scovare obiettivi sensibili nelle nazioni ostili. Sempre l’uso sbagliato di capacità meravigliose.

A noi al massimo serve per ritrovare le chiavi…ahahah scherzo dai ogni tanto ci vuole.

La meditazione serve proprio per esserci al 100%, riuscendo ad equilibrare la parte istintiva con quella riflessiva.

Se cominciaste a vedere e percepire cose, beh divertitevi, esplorate, avete una biblioteca universale pronta ad essere conosciuta partendo da voi stessi.

Per oggi mi fermo qui, vi auguro di avere una giornata meravigliosa e vi saluto con affetto!

27 pensieri riguardo “MEDITAZIONE – PARTE III

  1. Ops… mi sa che io sono andato un passo avanti. Ok, non siamo ancora al “remote viewer”, però ieri è stato bellissimo vedere come focus delle sorte di cristalli che cambiavano di forma e colore (non decidevo io, facevano tutto da soli!), però, quando ho detto: “Ok, ora mi rialzo” ho fatto in modo che queste strutture si sciogliessero in una sorta di pozza… e così è stato. Affascinantissimo e bellissimo! 🙂

    Piace a 2 people

      1. In realtà niente di niente, solo porta chiusa della stanza e luce da scrivania…
        Però è presto per cantar vittoria, magari mi sto solo autosuggestionando. 😉

        Piace a 1 persona

      2. Che vi sia qualcuno più predisposto dipende molto dallo stato mentale in cui si trova perché tutti possono accedere ai vari stati tutto nessuno escluso! Un giorno un maestro disse ad una persona che diceva “non c’è soluzione” al problema che aveva lui rispose, hai scelto tu che non vi sia soluzione. Quella persona è riuscita ad uscirne perché ha compreso esattamente ciò che gli stava dicendo! Capita di imporsi una cosa e dire no! Quello è la dimostrazione che quando qualcosa non la vuoi non la ottieni, se funziona con la negazione funziona anche con L affermazione ma è come allenare un muscolo che per anni ha tirato e dire da ora sollevi

        "Mi piace"

      3. Stavo per dirti di no, ma ora che ci penso, stanotte ho dormito tranquillo nonostante una preoccupazione per una cosa di lavoro…
        Magari non significa nulla, però…

        Piace a 1 persona

      4. Stavi giusto parlando prima
        Con una mia carissima e preziosa amica, ieri ero molto nervosa, perché mi arrabbio pure io, per una questione di lavoro, l’ho sentita e abbiamo esaminato la cosa a livello energetico, ti assicuro che sbloccata mentalmente la cosa è non scherzo, la questione si è risolta in altro modo e poi quella cosa lì si è risolta oggi! Pur lavorando su me stessa da tempo resto sempre incantata da quello che può fare l’energia che creiamo da noi

        Piace a 1 persona

      5. Della serie c’è sempre una prima volta, caro Alessandro! Ovviamente era un modo di dire.. Immagino che tu sia una mente molto attiva, al contrario.. Ma hai aria calma, tranquilla in senso di calma… Aahahh

        Piace a 2 people

      1. Beh, grazie a te per gli spunti. Io continuerò a provare. Di sicuro la curiosità ha giocato una parte fondamentale nel tentativo… 😉

        Piace a 1 persona

  2. Grazie Alessia per queste nuove parti di meditazione, molto interessante.. Anche se ti confesso che sono un pochino scettica. Comunque, perché mettere limiti alla mente e alle nostre potenzialità?! Un caro saluto a tutti.. Per fortuna siamo a giovedì ma di che anno e di che vita??!!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: