IL ROSMARINO COSA CELA?

UNA PIANTA DALLE MOLTEPLICI VIRTU’

E sempre verde il rosmarino olezza.
(Arturo Onofri)

Una tra le mie piante officinali preferite, vi presento questo meraviglioso cespuglio puntinato di color lilla che ama, come me, il sole e l’aria del mare. Vi lascio a fine articolo il video per gli approfondimenti, la mitologia e le curiosità.

Dal latino Rosmarinus officinalis è la tipica pianta del mediterraneo nello specifico delle fasce costiere.

Proprietà benefiche

Il rosmarino può aiutare in caso di stress e dolori articolari, è uno stimolante ideale nei casi di astenia o debolezza fisica.

Allevia lo stress fisico e psicologico. Ha ottime proprietà antisettiche, calma l’ apparato respiratorio in case di tosse perché ricco di potere balsamico. Può agire sullo stomaco ed anche sull’apparato osseo.

Come usarlo?

Capelli lucenti e bagni rilassanti

Il decotto di rosmarino:

2 rametti di rosmarino fresco o 1 cucchiaio di rosmarino essiccato, procedete con

1 lt di acqua

accendete il fuoco portate a bollore, dopodiché lasciate sobbollire per 15 minuti spegnete e dopo averlo lasciato raffreddare usate un contenitore a spruzzino o sciacquate i capelli dopo averli liberati totalmente dallo shampoo, massaggiate la chioma per qualche minuto ed asciugateli.

Il rosmarino infatti è un ottimo alleato nel rendere il nostro aspetto lucente e forte. Lo si può anche aggiungere direttamente a shampoo o balsamo, è un buon regolatore del sebo ed anche stimolante della crescita!

Se volete usare l’olio essenziale di rosmarino potete versarne alcune gocce nella vasca da bagno quando vi sentite affaticati oppure aggiungerlo nella spugna da bagno emulsionato ad un bagnoschiuma neutro e passandovelo sulla pelle. È un tonificante, energizzante, antisettico. Se lo si usa facendo massaggi migliora la circolazione sanguigna e lenisce i dolori, combatte la cellulite.

Avete capito bene, contrasta la ritenzione idrica, e per questo vi serviranno:

10 foglie di rosmarino ben lavate e una semplice tazza d’acqua. Versate in un pentolino, e portate ad ebollizione, filtrate il decotto e lasciate che si intiepidisca e bevetelo.

Lo si può assumere 2-3 volte al giorno, alla mattina, dopo la colazione, così partiamo subito con l’effetto drenante e dopo i pasti.

Acqua della Regina!

LA CONOSCETE?

No? Allora vi svelo subito la storia legata all’acqua della Regina di Ungheria.

La regina ricevette una proposta di matrimonio dal giovanissimo Re di Polonia quando aveva 70 anni, si narra che la sua bellezza intatta fosse dovuta ad un distillato di bellezza che usava giornalmente a base di rosmarino.

Volete la ricetta? Eccola!!

unite 10 gocce di essenza di rosmarino puro al 100%, a 500 ml di acqua di rose aggiungete 2 dl. di alcool puro, imbottigliate sempre in contenitori scuri e lasciate riposare per sei mesi in un luogo fresco, asciutto e lontano da fonti di luce o calore diretti.

Passato il tempo di macerazione potrete farvi dei massaggi, o passarla sul corpo con dell’ovatta oppure spugnarla.

Il rosmarino favorisce la memoria e l’ umore. È un cardiotonico e riequilibra la pressione.

Della pianta si utilizzano i fiori, le foglie e i rametti. Fondamentalmente utilizzato perché ricco di antiossidanti, polifenoli e flavonoidi, che abbassano colesterolo. Il rosmarino è ricco anche di tinnini e vitamina C con proprietà astringenti ed un ampia gamma di oli essenziali tra cui l’eucalipto che dona alla pianta le proprietà balsamiche utili appunto, contro i problemi alle vie respiratorie ed i malanni stagionali.

Digestivo

NON ASSUMETELA SE SIETE INCINTE (stimola l’attività procinetica)

Da bere a digiuno al mattino e la sera prima di coricarvi:
50gr di semi di finocchio
50gr di trifoglio fibrino
50gr di millefoglie
100gr di rosmarino
1litro di acqua bollente
15 minuti in infusone e filtrare.

CONTROINDICAZIONI

Va usato, con moderazione, non superate mai le quantità indicate, non datelo ai bambini, donne in gravidanza o chi soffre di epilessia. Per quanto concerne l’olio essenziale di rosmarino, dosi elevate possono causare irritazioni all’apparato digerente e gastriti lievi, non utilizzarlo mai puro in modo diretto dovete sempre miscelarlo con olio vettore.

Per approfondimenti, mitologia e curiosità vi lascio il video qui sotto!

Grazie della lettura e della visione!

Alessia

10 pensieri riguardo “IL ROSMARINO COSA CELA?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: