Q&A? LE VOSTRE DOMANDE

TUTTE O QUASI LE DOMANDE CHE MI ARRIVANO DAI SOCIAL

QUELLO CHE NON SAI SULLE CURA NATURALI

Spesso ricevo sui social, domande legate al mondo del benessere naturale, alcune delicate e personali, altre divertenti ed altre ancora dimostrano quanto incuriosisca conoscere più da vicino quali doni la natura ci regala sotto forma di benefici. Ho deciso di rispondere qui…

1 – POSSO ASSOCIARE ERBE OFFICINALI ALLE MEDICINE?

Carla M. mi pone questo quesito, la risposta è no. Se prendi un antipiretico, non bisogna associarlo ad una pianta officinale con proprietà febbrifughe, perché andresti ad associare due principi attivi che già sono presenti nel farmaco. Consiglio, se si vuole intraprendere la strada delle cure naturali, disabituarsi all’uso dei farmaci gradualmente ed avvicinarsi a quello erboristico. Che sia ben chiaro, parliamo di farmaci da banco, per patologie specifiche invece, se si vuole cambiare metodo di cura, è assolutamente necessario consultare il proprio medico.

2 – PERCHE’ DOVREI SCEGLIERE LE CURE NATURALI?

Flavio P. esordisce con questa domanda, a cui ho risposto semplicemente con un…perché? Spesso le persone che si avvicinano a queso mondo legato alla natura, pensano che, chi come me, lo studia da anni e lo divulga, voglia indottrinarle ad abbandonare una strada per intraprenderne un’altra. Personalmente, non demonizzo la farmacologia moderna, la domanda di medicinali a largo spettro e con azione repentina è alta, ed il mercato risponde a suo modo.

Per cui, caro Flavio, se volessi tu, per scelta tua libera e consapevole, decidere di utilizzare le piante in purezza per rimediare a qualche malanno, avresti semplicemente modo di farlo con un metodo antico, sicuramente a costi più contenuti e con meno rischi di controindicazioni a breve o lungo termine. Ne ricaveresti l’insegnamento di un diverso approccio anche nei confronti dei doni della Terra.

3 – MA I FARMACI SONO SOLO COMPOSTI CHIMICI?

Isabella N. rispondo volentieri al tuo quesito, i farmaci hanno sì un basso peso molecolare derivante da un processo di produzione basato su sintesi chimica a partire da composti caratterizzati che, in condizioni definite, danno luogo a molecole farmacologicamente attive ma alla base dei farmaci, anche a livello industriale, vi sono principi attivi estratti da erbe officinali poi potenziati ed eccipienti che sono invece, componenti inattivi del medicinale, privi di ogni azione farmacologica.

Spesso però, nella composizione dei farmaci industriali, da banco principalmente, le case farmaceutiche puntano più sull’effetto placebo. Cos’è? è la reazione di un soggetto che prova un miglioramento nella propria salute a seguito di una cura farmacologica, anche quando questo non è dovuto alla stessa. Il meccanismo alla base di questo effetto è di tipo psicologico ed è legato prevalentemente alle aspettative che il paziente ripone nelle cure o nei farmaci.

Inoltre, non esistono solo i farmaci industriali ma anche la galenica, compresse pressate composte con le polveri ottenute dalla riduzione in composto fine delle piante officinali, 100% naturale e che viene, tutt’oggi, prescritta dal medico che ne indica le dosi di composizione in gr. al farmacista.

4 – POSSO ASSUMERE INTEGRATORI ALIMENTARI SE PRENDO FARMACI?

Anonimo: Bisogna sempre consultare il medico, non avendomi precisato che tipo di farmaci utilizzi abitualmente, ma partendo dal presupposto che, essendo sotto cura giornaliera, si tratti comunque di una patologia importante o recidiva, ti consiglio di parlarne con il medico con il quale sei in cura, dirgli quali integratori vorresti iniziare ad assumere e vedere assieme a lui che non vadano in contrasto con ciò che prendi abitualmente.

5 – CI SONO ERBE OFFICINALI PER LA FERTILITA’?

Filippo R. certo, vi sono piante officinali adatte ad aumentare sia la fertilità femminile che maschile. Vi sono maca, angelica sinensis, agnocasto, vite rossa, ortica ecc. quindi sicuramente esistono e sono risultate, da studi, efficaci ma, c’è un ma, bisogna innanzitutto accertarsi che l’infertilità non sia attribuibile a problemi di salute di un certo spessore e rilievo, fatto questo e constatato che non vi sono patologie pregresse gravi o compromettenti in modo sistematico, si può passare ad analizzare caso per caso. Con questo intendo anche possibili situazioni psicologiche delicate causate da fattori di stress ad esempio, che poi si ripercuotono in vari ambiti della salute, ed in quel caso, affidatevi ai professionisti, gli psicologi sono figure molto importanti, non è la prima volta che lo dico, passato questo stadio di analisi, si può procedere a capire quali piante officinali siano adatte al proprio percorso.

6 – DA DOVE NASCE LA MEDICINA?

L’istinto umano di ricorrere alla cura, è riconducibile all’ epoca preistorica, quando l’uomo ha iniziato ad osservare il comportamento del mondo animale. Ho scritto proprio ieri un post al riguardo. Gli animali sanno istintivamente curarsi e lo facevano masticando e mangiando foglie, fiori, radici e bacche. L’uomo ha semplicemente guardato ed appreso andando a tentativi, a volte andati bene ed a volte subendo controindicazioni forti, incidenti di percorso che poi hanno portato ad un dosaggio diverso ed un’assunzione più occulata.

7 – POSSO COLTIVARMI LE ERBE OFFICINALI IN CASA, SON DIFFICILI DA TENERE?

L.B. certo che puoi, anzi, avere piante aromatiche in casa fa anche da aroma terapia e non solo. Se hai un giardino, una terrazza, un balcone oppure una parete da attrezzare in cucina, trovi moltissime opzioni per avere il tuo orto aromatico privato. Non sono difficili, un occhio sicuramente va dato al loro habitat naturale in modo tale da gestire anche come affiancare talune ad altre e capirne il posizionamento ideale. Non necessitano di grandi cure, basta annaffiarle quando la terra sta per seccarsi e stare attenti a non esporle a correnti di aria gelida dirette.

guarda qualche esempio qui sotto e ricordiamo il riciclo dei materiali!!

Siamo giunti alla fine, continuate a scrivermi tramite e-mail o su instagram, vi risponderò tempestivamente!

Grazie a tutti!

2 pensieri riguardo “Q&A? LE VOSTRE DOMANDE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: